• redazioneolimpica

Combinata, oro per la "marziana" Shiffrin


Mikaela Shiffrin ©Pentaphoto

Era già andata a medaglia in supergigante, sprecando la possibilità di giocarsi l'oro per un errore a fine gara. In combinata, invece, non ha fallito, dimostrando che non è ancora tempo di lasciare lo sci. Mikaela Shiffrin, la "marziana" di Vail, ha conquistato la medaglia d'oro, la sesta di sempre in un mondiale.

L'americana ha letteralmente stracciato le avversarie, rifilando 86 centesimi alla slovacca Petra Vlhová, leader di coppa del mondo generale, e 89 alla svizzera Michelle Gisin, penalizzata in slalom da un errore che le ha impedito di entrare in lizza per la vittoria. Distacchi "alla Coppi" per le altre: 2"35 per l'azzurra Elena Curtoni e 2"81 per l'austriaca Ramona Siebenhofer.

Fuori alla terza porta dello slalom l'arrabbiatissima Federica Brignone, che aveva concluso in testa il superG, curiosamente scelto come prima prova, con 1 centesimo sulla compagna di squadra Curtoni e 6 centesimi sulla Shiffrin.

Se tra le donne sono fioccati i distacchi, nella combinata maschile si è risolto tutto in 4 centesimi. Tale è il margine con cui Marco Schwarz, leader della Coppa del mondo di slalom, ha preceduto Alexis Pinturault, che guida la graduatria generale. Il 25enne di Villach, con uno speciale aggressivo, ha recuperato dal transalpino il ritardo di 32 centesimi maturato in superG. Svizzera a medaglia anche tra gli uomini, con Loic Meillard a 1"12. Quarto a 1'33" il sorprendente canadese James Crawford, che aveva vinto la manche di supergigante precedendo proprio Pinturault.

Con il successo di Schwarz, l'Austria passa in testa al medagliere con 3 ori; segue la Svizzera, con due primi posti, un argento e quattro bronzi.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti